I Ricordi di Vannu

maggio 30th, 2006

Mi ricordo delle tante notti in bianco cercando di bollare al Jimmy e la mattina bisognava stare su alle 7. Andavo al New Jimmy's tutte le sere da Maggio fino a metà Settembre e si lavorava tutte le mattine senza riposo, se lo facessi adesso mi verrebbe un colpo, però quando bollavi eri talmente carico di adrenalina che non sentivi più la stanchezza, erano anni che le straniere erano tantissime e venivano apposta per farsi cuccare, forse abbiamo vissuto gli ultimi anni di un' epoca. Ora le straniere non ci sono più , le discoteche estive sono sparite tutte e la cuccata che si faceva in spiaggia dopo i preliminari in disco sono un lontano ricordo, l' ultima volta che andai 10 anni fa mi rubarono il portafogli, quindi anche il romanticismo delle notti stellate sui lettini è finito. Una volta tutte le compagnie di Riccione dai 16-17 anni fino ai 25-26 avevano dei punti di ritrovo , noi eravamo alla salagiochi sopra il Jimmy e quando passavano i gruppi delle ragazze eravamo come pirati all' arrembaggio e c' era qualcuno soprannominato " Motorino" che gli bastava il cenno del dito e  le ragazze, come in trance, venivano subito da lui, incredibile! Come faceva non lo so, quando lo facevo io mai che venivano! Poi una sera ricordo che andammo a fare il bagno di notte e in lontanaza sentimmo delle voci femminili che anche loro facevano il bagno, a un certo punto Fabio gridò " Son tutte donneeee!" Una cavalcata di 30 others tutti all' attacco! Pensa nonostante eravamo 30, loro erano il doppio, avevamo l' imbarazzo della scelta. Erano anni che era impossibile non cuccare, io quel po di inglese l' ho imparato così parlando con le straniere e soprattutto scrivendo le lettere d' inverno, cosa importantissima perchè l' anno dopo dovevano tornare, e tornavano quasi sempre. Poi c' era il viaggio di Settembre, il mitico Inter-rail, il biglietto del treno che valeva un mese per i giovani fino ai 26 anni, Bellissimo! Siamo andati una volta fino in Svezia a trovare le nostre prede. Una volta a Monaco di Baviera feci una sorpresa ad una tedeschina , Rita era il suo nome, quando suonai al campanello mi aprì suo padre, appena mi vide mi disse: Alo Roberto , Io ci sono rimasto.. Come faceva a sapere che ero io.. Appena entrati in casa Rita come mi vide si mise a piangere , poi andai nella sua camera e la sorpresa fu grande, due pareti tappezzate delle mie foto in gigantografia con quelle fatte al mare , quella che mi gasò di più fu una mia foto vicina a quella di Jame Dean , va bene ero più carino a quei tempi, quanti ricordi…..

Entry Filed under: Gli Others

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendar

maggio: 2006
L M M G V S D
    Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Most Recent Posts